Lunedì, 21 Marzo 2022 09:26

Sani e forti con le microverdure

Ceci, lenticchie, soia e piselli secchi: facciamo germogliare tutto!

Arriva la primavera ed è subito voglia di fresco, di verde, di rinascita. Niente di meglio che aggiungere un po’ di tutto questo alla nostra dieta quotidiana, ma come fare con i piccini che odiano tutto quello che assomiglia a un bel piatto di verdura?

Invece di cucinare broccoli e carote, giochiamo a piantare un nostro orticello in miniatura. Chissà che guardando crescere le nostre verdurine non ci venga voglia di raccoglierle e aggiungerle ai panini!

Sani e nutrienti

I germogli di verdura sono un vero superfood. Ricchi di vitamine e minerali, digeribilissimi, croccanti e gustosi, sono usati dai grandi chef per dare un tocco in più a tutti i piatti.
In casa possiamo farli crescere da soli: per cominciare bastano materiali semplici. Se poi l’idea avrà successo, potremo acquistare un germogliatore e diversi tipi di semi per differenziare la coltivazione indoor.
Per cominciare servono: un barattolo di vetro trasparente, una manciata di legumi secchi, una garza, un elastico e un po’ d’acqua.

I germogli: guida essenziale

Si possono far germogliare tutti i semi commestibili: fagioli, ceci, lenticchie, semi di girasole, di sesamo o, meglio di tutti, piselli secchi o fagioli di soia mung, dal gusto dolce che piace ai bambini. Gli unici germogli che non sono buoni da mangiare sono quelli di solanacee (patate, pomodori, melanzane e peperoni). Nel raro caso in cui li disponiate di questi semi, non usateli.

La tecnica del vasetto prevede di lasciare un pugno di semi a bagno sul fondo del vaso, coperti d’acqua, per una notte. Non chiudete il vaso con il tappo: mettete una garza e un elastico, così le verdure respirano. La mattina scolate delicatamente l’acqua e posate il vaso vicino a una finestra. Due volte al giorno sciacquate e lavate i semi scolando l’acqua in eccesso.

Microverdure in pochi giorni

Ogni varietà di semi ha i suoi tempi per germogliare. La maggior parte inizia in pochi giorni e arriva alla lunghezza ideale per il consumo (tra i 3 e i 5 centimetri) nel giro di una settimana.

Al momento di raccogliere prelevate una manciatina di germogli e aggiungeteli crudi ai piatti. Vanno bene nelle zuppe e nelle insalate, oppure tritati fini fini assieme al riso. Il piatto più goloso, per noi, è un toast condito con crema di avocado e un uovo in padella. Sopra l’uovo si spargono i germogli che, con il tocco croccantino, sono buoni, belli da vedere e nutrienti. Provate!

#cresceregiocando #giocaconprimigi

*Articolo redatto in collaborazione con Giovani Genitori




GUIDA PASSO DOPO PASSO
GUIDA AL CORREDINO
CONSIGLI PER LA CURA DELLE CALZATURE
CONSIGLI PER LA CURA DELL' ABBIGLIAMENTO
TROVA LA TAGLIA GIUSTA
SEGUICI

Assistenza Clienti

Per comunicare con la nostra azienda
è a vostra disposizione il numero

075 50 28 466

attivo dal lunedì al giovedì
8.30-13.45 14.30-17.15
venerdì 8.30 13.45 14.15-16.00

Contatti

IMAC S.p.A. - Divisione IGI

Via Sandro Pertini, 6

06073 Ellera di Corciano (PG)

P. IVA 00985500446

Email

Puoi anche contattarci a:

vendite.it@primigi.com

per richiedere informazioni,
per ricercare i nostri punti vendita,
per segnalarci un problema